Home Economia Il Pakistan registra una crescita economica del 5,3% nel 2020-21, afferma il...

Il Pakistan registra una crescita economica del 5,3% nel 2020-21, afferma il ministro

59
0

Giovedì il Pakistan ha nuovamente rivisto il suo tasso di crescita economica per il 2020-21, questa volta dal 3,9% al 5,37%.

Questa è la seconda volta che il tasso del PIL per il 2020-21 è stato rivisto, da un 2,3% iniziale fissato nel bilancio annuale 2020 al 3,9% successivo.

Il ministro della Pianificazione e dello Sviluppo Asad Umar ha annunciato su Twitter i nuovi dati sulla crescita relativi al bilancio 2020-2021, terminato il 30 giugno dello scorso anno.

Ha affermato che il National Accounts Committee (NAC), un organismo che esamina gli indicatori economici, ha approvato la stima rivista della crescita del PIL.

“La NAC ha approvato le stime riviste della crescita del PIL per il 2020-21. La crescita nel 2020-21 è stata del 5,37%, ha affermato.

Il ministro ha affermato che la stima precedente si basava sui numeri di luglio 2020 e marzo 2021, mentre i nuovi dati coprono l’intero anno fiscale da luglio 2020 a giugno 2021.

“Questa è la seconda crescita più alta degli ultimi 14 anni. Una crescita maggiore rispetto alle stime provvisorie basate sui numeri di luglio-marzo, è stata principalmente dovuta alla crescita industriale molto forte in aprile-giugno”, ha affermato.

Vedi anche:  Perché un pulsante di modifica per Twitter non è così semplice come sembra

Separatamente, il ministero della pianificazione ha affermato che l’ufficio di statistica ha spostato la linea di base della sua economia, il che ha ulteriormente spinto la cifra fino al 5,57% e con la nuova linea di base 2015-16, il PIL totale ha raggiunto 346,76 miliardi di dollari con un reddito pro capite di 1.666 dollari.

Il governo per l’attuale anno fiscale 2021-2022 ha fissato l’obiettivo del 4,8%, ma sperava di superare il 5%.

Il numero roseo, tuttavia, non riflette la realtà di fondo dell’inflazione infuriata al di sopra del 12%, che ha reso la vita miserabile ai cittadini comuni.

Nel frattempo, il prezzo del dollaro USA potrebbe superare le 200 rupie nel mercato valutario in Pakistan dopo l’imposizione di una ritenuta d’acconto alle società di cambio da parte del governo.

Malik Bostan, presidente della Exchange Companies Association of Pakistan, ha dichiarato giovedì che il Federal Board of Revenue (FBR) ha già iniziato a inviare avvisi alle società di cambio per il pagamento delle tasse in alcuni casi anche di un miliardo di rupie.

Vedi anche:  Individuare il suono del fallimento del rock

La stessa ritenuta d’acconto è stata introdotta per la prima volta sulle società di cambio nel 2014, ma è stata ritirata nel 2016, ma Bostan ha affermato che era stata reimpostata nel mini-bilancio mentre il governo cercava di abbassare i suoi deficit e raggiungere gli obiettivi di entrate.

Ha chiarito che le società di cambio non erano in grado di pagare le tasse e il costo aggiuntivo spingerà solo il dollaro USA oltre le 200 rupie nel mercato valutario e il costo aggiuntivo sarà trasferito ai clienti.

Possiamo trasferire la ritenuta d’acconto del 16% solo ai clienti che dovranno sostenere il costo aggiuntivo fino a 20 rupie per dollaro. Ciò comporterà un tasso di cambio di 200 rupie o superiore, ha affermato.

Il dollaro giovedì veniva scambiato a 178,08 rupie nel mercato.

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dal personale di Business Standard; il resto del contenuto viene generato automaticamente da un feed distribuito.)

Articolo precedenteC’è molto da fare per rendere il commercio globale pronto per il futuro: capo dell’OMC
Articolo successivoLo Sri Lanka regola il pagamento delle obbligazioni sovrane mentre le riserve diminuiscono