Home Economia Il mercato delle IPO in Cina batte il mondo con un boom...

Il mercato delle IPO in Cina batte il mondo con un boom record di 58 miliardi di dollari

49
0

Da Londra a Hong Kong, quest’anno le grandi vendite iniziali di azioni si sono quasi esaurite nei principali centri finanziari del mondo. Ma il mercato in Cina è pieno di attività.

Secondo i dati raccolti da Bloomberg, le offerte pubbliche iniziali sulle borse della terraferma sono salite finora a 57,8 miliardi di dollari nel 2022, la più grande mai registrata in un periodo del genere. Da gennaio ci sono state cinque IPO superiori a $ 1 miliardo e un’altra è in arrivo. Questo è contro una sola vendita di questo tipo a New York e Hong Kong, e nessuna a Londra.

Il mercato cinese delle IPO ha sfidato i venti contrari come l’aumento dei tassi di interesse e i timori di una recessione negli Stati Uniti, che hanno portato a un punto morto virtuale la raccolta di fondi azionari importanti altrove. Le offerte dell’economia asiatica, la cui politica monetaria diverge dalla Federal Reserve, sono in gran parte rivolte agli investitori locali.

L’impennata delle quotazioni, secondo alcuni osservatori del mercato, è anche guidata dalla preoccupazione che le condizioni economiche possano peggiorare nel corso dell’anno, poiché le riacutizzazioni dei casi di virus inducono Pechino a mantenere la rigida strategia Covid Zero. I principali leader hanno segnalato un indebolimento dell’obiettivo di crescita ufficiale di quest’anno di circa il 5,5%, intaccando l’ottimismo su un rimbalzo.

“Le aziende hanno una maggiore disponibilità all’IPO perché vedono la prima metà come una finestra temporale migliore per essere quotate rispetto al tempo a venire”, ha affermato Shen Meng, direttore della banca di investimento Chanson & Co. “Hanno una prospettiva più debole per il mercato e temono che fattori, tra cui l’incertezza sugli utili, possano rendere la quotazione in futuro più difficile di adesso”.

Vedi anche:  Multidisciplinarietà generativa: un quadro comune può trasformare il modo in cui i ricercatori collaborano

Mercato secondario

Con le società che si affrettano a quotarsi, la quota della Cina nei proventi globali dell’IPO è più che triplicata quest’anno al 44% dal 13% di fine 2021, secondo i dati compilati da Bloomberg.

Anche la migliore performance delle azioni appena negoziate è stata un’attrazione per la quotazione di aspiranti. Le azioni delle IPO continentali sono aumentate in media del 43% quest’anno rispetto al prezzo di quotazione, contro il calo del 13% osservato a Hong Kong.

Nel frattempo, l’indice CSI 300 di riferimento della Cina è sceso di circa il 16% dal 31 dicembre – uno dei peggiori tra i principali indicatori azionari globali – poiché gli investitori hanno dovuto fare i conti con rigorose misure di contenimento del Covid, un’aggravarsi della crisi immobiliare e una continua repressione dei giganti di Internet.

grafico

A dire il vero, le nuove vendite di azioni devono parte della loro buona performance al fatto che la valutazione durante l’IPO è vincolata da regole locali. Questo in genere finisce per lasciare alcuni guadagni sul tavolo per i nuovi arrivati: i flop si verificano, ma sono rari.

Alcuni degli accordi che hanno aumentato il conteggio in Cina hanno sfumature politiche. Il provider di telecomunicazioni China Mobile Ltd. e il produttore di energia CNOOC Ltd., i più grandi debutti del 2022, entrambi elencati in patria dopo essere stati espulsi dagli Stati Uniti in seguito alla loro inclusione in una lista nera dell’era Donald Trump. In Cina, hanno raccolto rispettivamente $ 8,6 miliardi e $ 5 miliardi e sono scambiati ben al di sopra dei loro prezzi di quotazione.

Vedi anche:  La terapia genica promuove l'indipendenza dalla trasfusione per la beta-talassemia grave

“La Cina è un mercato separato dal resto del mondo. Qualcosa di unico tra gli investitori cinesi sono quelle operazioni patriottiche”, ha affermato Ke Yan, capo della ricerca presso DZT Research a Singapore. “L’acquisto di azioni che aiutano la Cina a essere più indipendente dal resto del mondo e a resistere alle transazioni dagli Stati Uniti è normale”.

Amore tecnologico

Nel complesso, tuttavia, il settore tecnologico è stato uno dei più attivi per la vendita di nuove azioni in Cina.

La domanda per l’IPO da 10,8 miliardi di yuan (1,6 miliardi di dollari) del produttore di componenti per computer Hygon Information Technology Co. ha superato l’importo offerto di 2.000 volte. L’acquisizione degli ordini è iniziata il 3 agosto, proprio mentre la visita della presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi a Taiwan ha sconvolto i mercati globali.

Un produttore di semiconduttori, un produttore di prodotti di archiviazione digitale e un produttore di chip sono aumentati dopo il debutto nella terraferma venerdì. Insieme, le loro IPO hanno raccolto 1,1 miliardi di dollari.

Molti dei titoli che ora arrivano sul mercato in Cina “provengono dal settore tecnologico, che gli investitori sembrano desiderosi di acquistare data l’attenzione allo sviluppo di capacità autoctone”, ha affermato Brian Freitas, analista della piattaforma di ricerca indipendente Smartkarma ad Auckland.

Articolo precedenteL’avanzo commerciale cinese ha stabilito un record di 101 miliardi di dollari poiché le esportazioni hanno superato le aspettative
Articolo successivoIl Bangladesh pianifica vacanze in fabbrica scaglionate per alleviare la crisi energetica