Il dollaro è salito contro i suoi principali rivali poiché lunedì l’umore ottimista del mercato ha aumentato i rendimenti delle azioni europee e dei titoli di stato per il primo giorno di negoziazione del 2022.

Ma con Londra, il principale centro di negoziazione FX in Europa chiuso per una vacanza di mercato, il volume dovrebbe rimanere limitato.

Mentre l’ondata di casi di coronavirus causata dalla variante Omicron ha continuato a interrompere i viaggi e i servizi pubblici globali, le speranze erano alte che il danno economico dei rigorosi blocchi potesse essere evitato.

L’indice del dollaro, che misura il biglietto verde rispetto ai principali concorrenti, è salito dello 0,12% a 95,79, mentre lo STOXX 600 paneuropeo ha raggiunto un nuovo record e i futures sulle azioni statunitensi hanno indicato una sessione positiva a Wall Street.

Lo yen giapponese è sceso brevemente a 115,36 per dollaro, il minimo dalla fine di novembre, ma è gradualmente salito a 115,15.

L’euro è scivolato dello 0,21% a $ 1,1345, mentre il rendimento del benchmark a 10 anni della Germania è balzato brevemente di circa quattro punti base a -0,138%, il livello più alto da novembre.

I colli di bottiglia dell’offerta hanno frenato l’attività manifatturiera tedesca a dicembre, ma i produttori con un portafoglio ordini completo hanno espresso fiducia che si attenueranno nel 2022, secondo un sondaggio.

“I produttori tedeschi sono fiduciosi sulle prospettive di crescita per il prossimo anno, anche se molto dipende ancora da un miglioramento della situazione dell’offerta”, ha affermato il direttore associato dell’economia Phil Smith, commentando l’indagine IHS Markit PMI di lunedì.

Nella zona euro più ampia, l’attività manifatturiera è rimasta resiliente poiché le fabbriche hanno approfittato dell’allentamento dei vincoli della catena di approvvigionamento e hanno fatto scorta di materie prime a un ritmo record.

Si prevedeva inoltre che la massiccia emissione di titoli di stato della zona euro avrebbe esercitato una pressione al rialzo sui rendimenti.

I mercati si aspettano che la Banca centrale europea mantenga una posizione accomodante mentre la Federal Reserve statunitense e la Banca d’Inghilterra inaspriscono la politica monetaria.

La sterlina è scesa dello 0,05% a $ 1,3517.

L’inflazione annuale della Turchia è salita molto più del previsto al 36,08% su base annua a dicembre, il più alto da settembre 2002, riflettendo un crollo della lira alla fine del 2021.

La lira è stata scambiata a 13,4 contro il dollaro dopo i dati, l’1,7% in meno durante la giornata ma fuori da un minimo iniziale di 13,92. Ha perso il 44% del suo valore lo scorso anno dopo novembre e dicembre volatili.[L8N2TJ0NC)[L8N2TJ0NC)

Bitcoin è sceso dello 0,5% a $ 47.104.

(Segnalazione di Julien Ponthus e Sujata Rao a Londra; montaggio di Alexander Smith)

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dallo staff di Business Standard; il resto del contenuto è generato automaticamente da un feed in syndication.)

Articolo precedenteUn nuovo studio mette in evidenza le principali opportunità di salute, le cause di morte per Coloradans
Articolo successivoLo studio non trova legami tra il calcio giovanile, problemi cerebrali o comportamentali