Home Economia Il disavanzo delle partite correnti del Pakistan sale al massimo degli ultimi...

Il disavanzo delle partite correnti del Pakistan sale al massimo degli ultimi 4 anni di 17,4 miliardi di dollari nel FY22

30
0

Il disavanzo delle partite correnti (CAD) del Pakistan è aumentato a un massimo di 4 anni di 17,4 miliardi di dollari nell’anno fiscale 2021-22, indicando ulteriori problemi per l’economia in difficoltà del paese a corto di liquidità.

La State Bank of Pakistan (SBP) mercoledì ha riferito che il paese ha registrato un CAD di 17,406 miliardi di dollari nel FY22 rispetto a un divario di soli 2,82 miliardi di dollari nel FY21.

Secondo il quotidiano Dawn, l’enorme CAD parla molto del grave problema della bilancia dei pagamenti. Il deficit di oltre 17,4 miliardi di dollari è più preoccupante sulla scia dell’assenza di afflussi sotto forma di prestiti mentre i mercati commerciali non sono pronti ad accettare le obbligazioni del Pakistan a causa dei rischi più elevati.

Il disavanzo delle partite correnti ha superato la proiezione del SBP per il disavanzo nel FY22. Il CAD è aumentato al 4,6 per cento del PIL nell’esercizio 22, rispetto allo 0,8 per cento dell’esercizio 21.

Nel novembre 2021, l’SBP ha pubblicato la sua relazione annuale e ha affermato che il disavanzo delle partite correnti è previsto nell’intervallo dal 2% al 3% del PIL durante l’esercizio 22.

I rapporti apparsi sui media locali e stranieri suggeriscono che il Pakistan non potrà sbloccare gli afflussi di dollari fino a quando il consiglio di amministrazione del Fondo monetario internazionale non avrà approvato il suo accordo a livello di personale raggiunto il 15 luglio.

Vedi anche:  Con la diffusione di omicron, l'Europa si affretta a sostenere l'assistenza sanitaria

Il ministro delle finanze Miftah Ismail ha accennato a un accordo anticipato con il FMI, ma con il passare del tempo il deficit di fiducia sta aumentando; il mercato valutario riflette il deficit di fiducia deprezzando la valuta locale su base giornaliera.

Il CAD a giugno FY22 è stato molto più alto rispetto a maggio, essendo salito a 2,275 miliardi di dollari a giugno rispetto a 1,430 miliardi di dollari a maggio. Il CAD nel giugno FY21 era di 1,637 miliardi di dollari.

“Un aumento delle importazioni di petrolio ha visto il CAD salire a 2,3 miliardi di dollari a giugno nonostante l’aumento delle esportazioni e delle rimesse, l’SBP ha twittato mercoledì. “Finora a luglio, le importazioni di petrolio sono molto più basse e si prevede che il deficit riprenderà la sua traiettoria di moderazione, aggiunto.

La banca centrale ha affermato che a giugno sono state importate 3,3 milioni di tonnellate di petrolio, con un aumento del 33% rispetto a maggio.

“Insieme all’aumento dei prezzi globali, questo ha più che raddoppiato il conto delle importazioni di petrolio da 1,4 miliardi di dollari a 2,9 miliardi di dollari. Al contrario, le importazioni non petrolifere sono diminuite, ha affermato l’SBP.

Vedi anche:  Riepilogo dell'evento Apple: iPhone SE 2022, nuovo iPad Air, display Mac Studio e altro ancora presentato

La bolletta delle importazioni di petrolio più elevata è stata trattenuta per un disavanzo delle partite correnti più elevato a giugno, ma l’intero anno fiscale ha registrato un disavanzo delle partite correnti molto elevato poiché il secondo trimestre ha registrato il disavanzo maggiore di 5,565 miliardi di dollari.

Ulteriori dettagli hanno mostrato che le esportazioni di beni nel FY22 sono state di 32,45 miliardi di dollari, mentre le esportazioni di servizi sono state di 6,97 miliardi di dollari.

Le importazioni di beni sono state di 72,05 miliardi di dollari, mentre le importazioni di servizi sono state di 12,14 miliardi di dollari. La bilancia commerciale di beni e servizi ha mostrato un disavanzo netto di 44,77 miliardi di dollari nel FY22 rispetto ai 31,15 miliardi di dollari di un anno fa.

L’anno fiscale in corso affronterà un momento difficile con afflussi scarsi e deflussi più elevati, mentre il tasso di crescita economica sarà la metà della crescita raggiunta nell’anno fiscale precedente, afferma il giornale.

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dal personale di Business Standard; il resto del contenuto viene generato automaticamente da un feed distribuito.)

Articolo precedenteIl PIL degli Stati Uniti si è ridotto dello 0,9% nel secondo trimestre, il suo secondo calo consecutivo, aumentando le probabilità di recessione
Articolo successivoVolkswagen “fiduciosa” nonostante i venti contrari globali