Home Economia Il booster di coperta aumenta il rischio di prolungare la pandemia di...

Il booster di coperta aumenta il rischio di prolungare la pandemia di Covid-19, afferma il capo dell’OMS

106
0

Il capo dell’Organizzazione mondiale della sanità ha avvertito mercoledì che i programmi di richiamo globale nei paesi ricchi rischiano di prolungare la battaglia mondiale con COVID-19 e ha affermato che nessun paese può uscire dalla pandemia.

Il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus ha affermato che la priorità deve essere ridurre i decessi e aiutare tutti i paesi a raggiungere gli obiettivi minimi di vaccinazione che molti non hanno ancora raggiunto. E ha notato che la stragrande maggioranza dei ricoveri e dei decessi riguarda persone non vaccinate, non persone non potenziate.

Tedros ha affermato che, mentre i vaccini hanno salvato molte vite quest’anno, la loro condivisione ineguale è costata molte vite. Nel 2021, 3,5 milioni di persone sono state perse a causa del COVID-19, ha affermato, e tutti noi dobbiamo prendere ulteriori precauzioni man mano che la nuova variante di omicron avanza.

Vedi anche:  Lo studio mostra che le persone con un alto livello di omega-3 DHA nel sangue hanno il 49% in meno di rischio di Alzheimer

Il capo dell’OMS ha precedentemente chiesto una moratoria sui richiami per adulti sani fino alla fine di quest’anno per contrastare la distribuzione disuguale di vaccini a livello globale. Ha detto in una conferenza stampa online mercoledì che circa il 20% delle dosi di vaccino somministrate ogni giorno sono attualmente booster o dosi aggiuntive.

È probabile che i programmi di richiamo generalizzati prolunghino la pandemia piuttosto che porvi fine, dirottando l’offerta verso paesi che hanno già alti livelli di copertura vaccinale, dando al virus maggiori opportunità di diffondersi e mutare”, ha aggiunto Tedros.

Ha detto che è francamente difficile capire che tre quarti degli operatori sanitari in Africa rimangono non vaccinati e le distorsioni nell’offerta globale significano che solo la metà dei paesi membri dell’OMS è stata in grado di raggiungere l’obiettivo di vaccinare il 40% della loro popolazione entro la fine del quest’anno.

Vedi anche:  Le aziende di consegna ultrarapide affrontano i postumi di una sbornia

Tedros ha rinnovato l’invito ai produttori e ad altri paesi a dare la priorità al programma COVAX per fornire dosi alle nazioni più bisognose e lavorare insieme per supportare coloro che sono più indietro”.

A meno che non vacciniamo il mondo intero … non penso che possiamo porre fine a questa pandemia, ha detto Tedros. Ma ha aggiunto che le autorità ora conoscono meglio il virus e dispongono di strumenti efficaci per combatterlo; dobbiamo aggiungere a tale implementazione e equità complete e speriamo che il 2022 ponga fine a questa pandemia.

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dallo staff di Business Standard; il resto del contenuto è generato automaticamente da un feed in syndication.)

Articolo precedenteEconomia del Regno Unito, affari che sbuffano e sbuffano in appena un anno di Brexit
Articolo successivoLa Casa Bianca minimizza la stima dei servizi segreti sulle frodi Covid-19