Home Economia I vaccini contro il Covid-19 in Africa devono avere una buona durata...

I vaccini contro il Covid-19 in Africa devono avere una buona durata di conservazione, afferma l’esperto

48
0

Almeno 2,8 milioni di dosi di vaccini COVID-19 donate ai paesi africani sono scadute, ha affermato giovedì l’Africa Centers for Disease Control, citando la breve durata di conservazione come motivo principale.

I donatori di vaccini nel continente dovrebbero inviarli con una durata di conservazione realistica da tre mesi a sei mesi prima della loro scadenza, ha detto il direttore del CDC dell’Africa John Nkengasong in un briefing online. Altre nazioni africane si stanno ora rifiutando di accettare donazioni di vaccini che hanno solo uno o due mesi prima della loro scadenza, ha affermato.

Sebbene il numero di dosi scadute sia solo lo 0,5% circa del numero totale donato all’Africa, Nkengasong si è detto scontento di vederne diventare non valide.

Qualsiasi dose di vaccino scaduta mi addolora perché è una vita che può essere potenzialmente salvata, ha detto Nkengasong.

Poco più del 10% della popolazione africana di 1,3 miliardi di persone è completamente vaccinata, ha affermato. I 54 paesi del continente hanno confermato 10,4 milioni di casi di COVID-19 e 235.000 morti. L’onda omicron del continente sembra in diminuzione, con i nuovi casi confermati in calo del 20% rispetto alla settimana precedente e i decessi in calo dell’8%, ha annunciato giovedì l’ufficio africano dell’Organizzazione mondiale della sanità.

Vedi anche:  La guerra della Russia all'Ucraina peggiorerà l'inflazione, afferma Jerome Powell della Fed

Più del 60% dei 572 milioni di dosi di vaccino che i paesi africani hanno ricevuto è già stato somministrato, ha affermato Nkengasong. La grande battaglia per i paesi africani sarà “la logistica e l’invio di dosi alla popolazione anche con l’arrivo di nuovi rifornimenti”, ha affermato.

Abbiamo assistito a un notevole assorbimento di vaccini in contesti in cui coinvolgiamo la comunità e i leader religiosi, ha affermato Nkengasong, esortando i paesi a utilizzare modi innovativi per portare i vaccini alla popolazione e non solo a richiedere che le popolazioni vadano dove si trovano i vaccini.

In Nigeria, ad esempio, un numero crescente di centri di vaccinazione viene allestito in strutture pubbliche come mercati e parcheggi e le autorità sanitarie stanno collaborando con gli opinion leader per combattere l’esitazione.

I vaccini sono la migliore difesa dell’Africa contro malattie gravi, morte e sistemi sanitari sopraffatti, ha detto Matshidiso Moeti, il direttore dell’OMS Africa in un altro briefing online giovedì.

Vedi anche:  L'inflazione ai massimi degli ultimi 2 anni in Pakistan, il trasporto è in testa alla tendenza

L’Africa non deve solo ampliare le vaccinazioni, ma anche ottenere un accesso maggiore ed equo alle terapie critiche per il COVID-19 per salvare vite umane e combattere efficacemente questa pandemia, ha affermato Moeti. La profonda iniquità che ha lasciato l’Africa in fondo alla fila per i vaccini non deve essere ripetuta con trattamenti salvavita.

Nel 2022 sono necessari ulteriori test per combattere la pandemia, ha affermato Harley Feldbaum del Global Fund.

Abbiamo bisogno di riunire test e trattamento in un modo molto più rapido, ha affermato Feldbaum. Finché permettiamo alla pandemia di continuare e di avere un accesso iniquo a strumenti, vaccini, diagnostici e terapeutici, è probabile che nuove varianti aumentino, è probabile che muoiano più persone del necessario e i sistemi sanitari in generale hanno maggiori probabilità di minato.

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dal personale di Business Standard; il resto del contenuto viene generato automaticamente da un feed distribuito.)

Articolo precedenteLo Sri Lanka regola il pagamento delle obbligazioni sovrane mentre le riserve diminuiscono
Articolo successivoAmazon aprirà un negozio di abbigliamento a Los Angeles, primo