Home Economia I dati “frizzanti” sull’occupazione negli Stati Uniti per luglio giustificano un aumento...

I dati “frizzanti” sull’occupazione negli Stati Uniti per luglio giustificano un aumento dei tassi della Fed più grandi

96
0

Secondo gli economisti, lo scoppio del rapporto sull’occupazione negli Stati Uniti per luglio significa che la Federal Reserve dovrà probabilmente continuare con gli aumenti dei tassi più aggressivi degli ultimi decenni per frenare la domanda e l’inflazione.

I datori di lavoro statunitensi hanno aggiunto 528.000 posti di lavoro il mese scorso, più di tutte le stime, il tasso di disoccupazione è sceso al minimo da cinque decenni del 3,5% e la crescita dei salari è accelerata, ha affermato il Dipartimento del lavoro.

“La buona notizia è che le persone possono trovare lavoro, la cattiva notizia è che l’inflazione rimane troppo alta e la nostra priorità numero 1 è ridurla”, ha dichiarato venerdì su Fox News il presidente della Fed di San Francisco Mary Daly.

I dati aggiungono slancio al Federal Open Market Committee per aumentare i tassi di interesse di 75 punti base quando si riunirà a settembre, eguagliando le mosse fatte a giugno e luglio mentre lavora per raffreddare un tasso di inflazione che sta raggiungendo un massimo di 40 anni. Il forte slancio potrebbe anche suggerire che la banca centrale dovrà mantenere i tassi più alti più a lungo, contrariamente alle aspettative del mercato per tagli dei tassi nel 2023.

Il mercato del lavoro è “ancora frizzante” e ciò può alimentare l’inflazione, ha affermato Diane Swonk, capo economista di KPMG LLP. “Questo giustifica un altro aumento di 75 punti base da parte della Fed”.

grafico

In una conferenza stampa la scorsa settimana, il presidente della Fed Jerome Powell ha affermato che è possibile un altro forte aumento dei tassi alla riunione di settembre, ma non ha fornito indicazioni prospettiche specifiche e ha affermato che gli aumenti futuri dipenderanno dai dati. Gli investitori hanno interpretato le osservazioni come un perno verso un atteggiamento meno aggressivo ei mercati hanno reagito in ripresa.

Vedi anche:  Lo studio rileva che le minoranze che hanno più bisogno di nuovi farmaci per il diabete non li stanno assumendo

I presidenti della Fed questa settimana hanno fortemente contrastato questa impressione, sostenendo che la banca centrale non intendeva allontanarsi da rialzi aggressivi e che ci sarebbero volute notizie significative per modificare la loro posizione.

I dati sull’occupazione di venerdì, sebbene importanti, erano solo uno dei quattro rapporti chiave che daranno forma alla decisione del FOMC il prossimo mese. Ci sarà un’altra stampa sull’occupazione e due letture dell’indice dei prezzi al consumo, con i dati di luglio pubblicati il ​​10 agosto. Tale rapporto dovrebbe mostrare un rallentamento dell’inflazione a causa del crollo dei prezzi del gas e delle materie prime.

“Se arriviamo a settembre con le cose come sono oggi – e questo è un grande se – 75 punti base e segnali del rischio di altri 75 punti base, è quello che vedrai”, ha affermato Mohamed El-Erian, consigliere economico capo di Allianz SE e collaboratore di Bloomberg Opinion.

In definitiva, sono i dati sull’inflazione, che potrebbero anche essere influenzati dal calo dei prezzi delle materie prime e dai miglioramenti della catena di approvvigionamento, che decideranno la mossa di settembre, ha affermato Julia Coronado, co-fondatrice di MacroPolicy Perspectives LLC ed ex economista della Fed.

A parità di condizioni, i dati sull’occupazione “farebbero propendere per un aumento di 75 punti base o per un ciclo di escursionismo più lungo, perché non stiamo assistendo a una crescita moderata dell’occupazione”, ha affermato.

Daly, che non è un elettore nel comitato di definizione delle politiche di quest’anno, venerdì ha fatto eco alle osservazioni fatte all’inizio di questa settimana quando ha indicato di preferire un aumento di 50 punti base a settembre.

“Non abbiamo bisogno di essere troppo aggressivi perché vediamo già segni di rallentamento”, ha detto Daly. “I tassi di interesse aumentano, ma ci vuole un po’ prima che si muovano completamente nell’economia”.

Vedi anche:  Simulazione del ruolo degli inverter grid-forming nella futura rete elettrica

I rendimenti dei Treasury a due anni sono aumentati in risposta al rapporto sull’occupazione, un riflesso dei tassi della Fed previsti per quel periodo. Il prezzo di mercato ha indicato che un aumento di 75 punti base del tasso chiave della Fed è ora visto come un risultato più probabile nella riunione della banca centrale di settembre di 50 punti base.

Powell ha descritto il mercato del lavoro come “stretto a un livello malsano” e ha cercato una moderazione per aiutare a portare la domanda di prodotti e servizi più in linea con le forniture che sono state limitate dalle interruzioni del Covid-19. Lui e altri leader della Fed sono preoccupati per il potenziale di una spirale salari-prezzi, con salari più alti che alimentano l’inflazione in un ciclo difficile da spezzare.

“Questo numero è così complessivamente forte con un aumento piuttosto significativo dei salari”, ha affermato Mark Spindel, chief investment officer di MBB Capital Partners LLC a Chicago. “Le aziende pagano il lavoro. Il reddito conta di più. Se si guarda all’ampiezza del rapporto sull’occupazione e ai guadagni, si tratta di un enorme vantaggio per il reddito”.

Il limite superiore del benchmark della Fed è ora al 2,5%. I responsabili politici dovranno portare il tasso obiettivo nella regione del 4% e mantenerlo lì per qualche tempo per reprimere l’inflazione e le aspettative sui prezzi, ha affermato Randall Kroszner, ex governatore della banca centrale.

“Devi davvero assicurarti che l’inflazione e le aspettative di inflazione siano scese e siano fuori dal sistema”, ha detto Kroszner, professore di economia alla Booth School of Business dell’Università di Chicago, a Bloomberg Television. Dopo il rapporto sull’occupazione, ha affermato che un aumento di 75 punti base “sarà sul tavolo per il prossimo incontro”.

Articolo precedenteRegno Unito: “Segnali precoci” che l’epidemia di vaiolo delle scimmie potrebbe raggiungere il picco
Articolo successivoIl Bangladesh aumenta i prezzi del carburante ai livelli più alti dall’indipendenza