Home Economia Gli attivisti criticano l’impegno da 4,5 miliardi di dollari del G7 per...

Gli attivisti criticano l’impegno da 4,5 miliardi di dollari del G7 per combattere la fame nel mondo

31
0

Gli attivisti hanno criticato aspramente l’impegno dei paesi ricchi del Gruppo dei Sette martedì di impegnare 4,5 miliardi di dollari per combattere la fame nel mondo, affermando che la somma non è stata all’altezza di ciò che era necessario con milioni di persone sull’orlo della fame.

La peggiore siccità degli ultimi decenni in alcune parti dell’Africa e l’impennata dei prezzi dei generi alimentari, spinti dall’invasione russa dell’Ucraina, hanno suscitato ripetuti avvertimenti sulle minacce alla sicurezza alimentare delle più povere e possibili carestie del mondo.

Al termine di un vertice di tre giorni del G7 nelle Alpi Bavaresi, i leader hanno impegnato 4,5 miliardi di dollari per proteggere i più vulnerabili dalla fame e dalla malnutrizione, affermando che quest’anno ammontavano a 14 miliardi di dollari di assistenza.

Hanno invitato coloro che hanno scorte di cibo a disposizione e hanno detto che stavano lavorando su modi per portare il grano fuori dall’Ucraina, dopo che un blocco russo dei porti del Mar Nero ha spinto il commercio verso rotte terrestri più lente.

Hanno anche deciso di intensificare i loro sforzi per aiutare gli agricoltori a continuare a lavorare in Ucraina, uno dei maggiori produttori mondiali di cereali, e ad affrontare la carenza di fertilizzanti.

Vedi anche:  I ricercatori hanno identificato i cambiamenti legati all'età nelle oscillazioni della banda gamma nella corteccia uditiva dei bambini

Ma gli attivisti hanno affermato che le promesse non sono state all’altezza.

“Di fronte alla peggiore crisi della fame in una generazione, il G7 semplicemente non è riuscito a intraprendere l’azione necessaria. Di conseguenza, molti milioni di persone dovranno affrontare una fame terribile e la fame”, Max Lawson, capo della politica di disuguaglianza di Oxfam.

“Invece di fare ciò che è necessario, il G7 sta lasciando milioni di persone a morire di fame e cuocere il pianeta”. Il cancelliere tedesco Olaf Scholz, che ha ospitato il vertice, ha difeso i soldi impegnati quando è stato interrogato martedì, aggiungendo “non smetteremo di fare ciò che è necessario” per combattere la fame.

La campagna ONE ha affermato che il G7 non è riuscito a mostrare la leadership globale.

“Il G7 parla di un totale di 14 miliardi di dollari per combattere la crisi alimentare. Ma questo non è affatto vicino ai 21,5 miliardi di dollari di cui il Programma alimentare mondiale ha bisogno solo quest’anno”, ha affermato Stephan Exo-Kreischer, direttore di ONE Germany.

Vedi anche:  Gli scienziati svelano la chiave per la ricaduta del cancro al colon dopo la chemioterapia

Ha aggiunto che solo 4,5 miliardi di dollari del denaro erano nuovi e che il G7 non aveva ancora risposto su come intendeva aiutare a rompere il blocco sul Mar Nero che ostacola le esportazioni ucraine.

La Germania e la Gran Bretagna avevano spinto gli altri membri del G7 a spingere esenzioni temporanee sui biocarburanti per combattere l’impennata dei prezzi alimentari aumentando le forniture di grano e olio vegetale.

Ma non c’era rinuncia nel comunicato finale, come aveva previsto Berlino.

Il G7 ha sottolineato che la colpa dell’aumento dei prezzi alimentari è alle porte della Russia, cosa che Mosca rifiuta.

“La guerra di aggressione della Russia contro l’Ucraina, compreso il blocco delle rotte di esportazione del grano ucraino, sta drammaticamente aggravando la crisi della fame”, afferma il G7, aggiungendo che il gruppo è ancora impegnato a far uscire 500 milioni di persone dalla fame e dalla malnutrizione 2030.

(Questa storia non è stata modificata dal personale di Business Standard ed è generata automaticamente da un feed sindacato.)

Articolo precedenteCinque modi per migliorare l’esperienza del parto
Articolo successivoL’indice di vulnerabilità del suicidio e il modello di apprendimento automatico aiutano a prevedere il rischio delle contee