Home Economia Booster fornisce protezione anticorpale contro la variante Omicron: Lancet

Booster fornisce protezione anticorpale contro la variante Omicron: Lancet

52
0

Una terza dose di vaccino contro il Covid-19 aumenta il livello di anticorpi in grado di neutralizzare efficacemente la variante Omicron del coronavirus, secondo uno studio pubblicato sulla rivista The Lancet.

I ricercatori del Francis Crick Institute e del National Institute for Health Research (NIHR), Regno Unito, hanno scoperto che gli anticorpi generati nelle persone che avevano ricevuto solo due dosi di vaccino AstraZeneca o Pfizer erano meno in grado di neutralizzare Omicron rispetto ad Alpha e Delta varianti.

Hanno anche scoperto che i livelli di anticorpi sono diminuiti nei primi tre mesi dopo la seconda dose, ma una terza dose di “richiamo” ha aumentato i livelli di anticorpi che neutralizzano efficacemente la variante Omicron.

Lo studio ha rilevato che nelle persone che avevano ricevuto il vaccino Pfizer per tutte e tre le dosi, i livelli di anticorpi contro Omicron dopo una terza dose erano simili a quelli precedentemente raggiunti contro Delta dopo solo due iniezioni.

Complessivamente, i livelli di anticorpi erano quasi 2,5 volte più alti contro Omicron dopo tre dosi rispetto a dopo due jab, secondo i ricercatori.

Livelli più elevati di anticorpi contro Omicron sono stati trovati anche in persone che hanno ricevuto due dosi di entrambi i vaccini e hanno anche riferito di avere in precedenza sintomi di Covid-19, rispetto a coloro che in passato non avevano sintomi di malattia.

Sebbene i livelli di anticorpi da soli non predicono l’efficacia del vaccino, sono un ottimo indicatore di protezione contro il Covid grave, hanno osservato i ricercatori.

Lo studio conferma che tre dosi di vaccino contro il Covid-19 sono essenziali per aumentare gli anticorpi a livelli quantificabili e massimizzare la quantità di protezione contro malattie gravi e ospedalizzazione.

Vedi anche:  I disturbi depressivi possono portare a cambiamenti nelle cellule immunitarie

“Le persone che hanno fatto la fila fuori dai centri di vaccinazione dovrebbero essere rassicurate sul fatto che un richiamo del vaccino è il modo migliore per proteggerle dall’Omicron”, ha affermato Emma Wall, consulente per le malattie infettive presso il Centro di ricerca biomedica dell’UCLH del NIHR.

“E per le persone che non hanno ancora avuto un richiamo o anche una prima dose, non è troppo tardi”, ha detto Emma in una nota.

I ricercatori hanno analizzato 620 campioni di sangue di 364 persone che si sono iscritte allo studio.

Hanno testato la capacità degli anticorpi di bloccare l’ingresso del virus nelle cellule, i cosiddetti “anticorpi neutralizzanti”, contro diverse varianti di SARS-CoV-2, incluso Omicron.

I ricercatori hanno incluso anche anticorpi neutralizzanti sintetici attualmente in uso per il trattamento di Covid-19 per verificare se hanno attività neutralizzante contro le varianti di SARS-CoV-2.

Il team ha scoperto che Xevudy (sotrovimab), un anticorpo monoclonale sintetico recentemente approvato utilizzato per prevenire e curare i pazienti a rischio di sviluppare Covid-19 grave, è stato in grado di neutralizzare la variante Omicron.

“Abbiamo dati iniziali davvero importanti per suggerire che almeno alcune versioni di anticorpi sintetici che attualmente utilizziamo per trattare determinati pazienti, potrebbero essere efficaci contro questa nuova variante”, ha aggiunto Bryan Williams, Direttore della ricerca dell’UCLH.

David LV Bauer, del Francis Crick Institute, ha affermato che mentre Omicron ha molte più mutazioni rispetto ad altre varianti recenti, come Alpha e Delta, lo studio mostra che i booster spingono il sistema immunitario a fornire un’ampia risposta in grado di affrontarlo.

“Questa nuova variante può superare il blocco immunitario messo in atto da due dosi di vaccino, ma fortunatamente dopo la terza dose, l’attività neutralizzante è robusta nella stragrande maggioranza delle persone”, ha detto Wall.

Vedi anche:  In Texas, i camion senza conducente prenderanno il controllo delle strade

“Una terza dose aumenta le nostre difese, rendendo più difficile per il virus causare gravi COVID-19”, ha spiegato.

Goldman, Citi chiedono al personale londinese di tornare in ufficio

Goldman Sachs e Citigroup sono tra le aziende che chiedono al personale londinese di tornare alle loro scrivanie, poiché le società finanziarie iniziano a spingere i lavoratori a tornare dopo che il Regno Unito ha abbandonato la sua guida al lavoro da casa. Ai dipendenti Goldman viene chiesto di tornare in linea con l’annuncio del governo. (Bloomberg)

Oltre 100 paesi per ottenere la pillola Merck Covid più economica

I produttori di farmaci generici produrranno una versione più economica della pillola anti-Covid di Merck per 105 nazioni povere, ha affermato un gruppo sostenuto dalle Nazioni Unite. Il pool globale di brevetti sui medicinali ha firmato accordi con 27 produttori per la produzione del medicinale antivirale orale molnupiravir, per la fornitura nei paesi a basso e medio reddito (AFP)

La Thailandia allenta le restrizioni all’ingresso mentre i casi di Covid si attenuano

La Thailandia allenterà i requisiti di ingresso per i visitatori vaccinati di tutti i paesi il prossimo mese a causa delle preoccupazioni per l’omicron del declino del coronavirus, hanno affermato i funzionari. L’economia dominata dal turismo del paese è stata devastata dai limiti di viaggio imposti nel 2020 per combattere la diffusione del Covid-19. (AP)

(Questa storia non è stata modificata dal personale di Business Standard ed è generata automaticamente da un feed sindacato.)

Articolo precedenteLa Cina taglia i tassi chiave, intensifica lo stimolo monetario per rilanciare l’economia
Articolo successivoI punti quantici aumentano l’efficienza e la scalabilità delle celle solari di perovskite