Home Economia Biden si impegna a “tenere sotto controllo l’inflazione” mentre il suo indice...

Biden si impegna a “tenere sotto controllo l’inflazione” mentre il suo indice di approvazione scivola

81
0

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden si è impegnato a “tenere sotto controllo l’inflazione” poiché gli elettori americani erano sempre più pessimisti sull’economia e dubitavano della sua capacità di risolvere i problemi della catena di approvvigionamento e affrontare l’impennata dei prezzi.

Il presidente mercoledì ha sostenuto il piano della banca centrale di ridurre lo stimolo monetario e combattere l’inflazione, ha riferito l’agenzia di stampa Xinhua.

“Il Covid-19 ha creato molte complicazioni economiche, inclusi rapidi aumenti dei prezzi in tutta l’economia mondiale”, ha detto Biden in una conferenza stampa alla Casa Bianca in occasione del suo primo anno in carica.

“Un lavoro fondamentale per assicurarsi che i prezzi elevati non si rafforzino spetta alla Federal Reserve, che ha un doppio mandato, piena occupazione e prezzi stabili”, ha affermato Biden.

“Data la forza della nostra economia e il ritmo dei recenti aumenti dei prezzi, è appropriato in quanto… Il presidente della Fed (Jerome) Powell ha indicato di ricalibrare il sostegno ora necessario”, ha affermato il presidente, osservando di rispettare l’indipendenza della Banca centrale.

La Fed è sulla buona strada per concludere il suo programma di acquisto di attività a metà marzo mentre esce dalla politica monetaria estremamente accomodante adottata all’inizio della pandemia.

Le proiezioni del tasso di interesse mediano dei funzionari della Fed pubblicate a metà dicembre hanno mostrato che la banca centrale potrebbe aumentare i tassi di interesse tre volte quest’anno, rispetto a un solo aumento dei tassi previsto a settembre.

Biden ha anche delineato un piano in tre parti per rilanciare l’economia statunitense e aiutare a tenere sotto controllo l’inflazione, inclusa la riparazione della catena di approvvigionamento, l’approvazione del suo piano di spesa sociale noto come Build Back Better, oltre a promuovere la concorrenza.

Vedi anche:  Il Med ottiene il primo parco eolico offshore mentre l'Italia promette una rivoluzione energetica

“La cosa migliore per affrontare i prezzi elevati è un’economia più produttiva con una maggiore capacità di fornire beni e servizi al popolo americano”, ha affermato.

Le osservazioni di Biden sono arrivate quando più della metà degli elettori americani ha “disapprovato” la gestione delle questioni economiche da parte di Biden nel primo anno della sua amministrazione, secondo un sondaggio della CNBC e di Change Research condotto a dicembre.

Il sondaggio ha mostrato che l’economia era la priorità assoluta per quasi tutti i partiti e la fascia demografica e il 73% degli elettori credeva che l’economia statunitense fosse “in cattive condizioni” o “non così buone”, con un aumento di 17 punti rispetto a un anno fa.

Circa il 72% degli elettori disapprova la gestione da parte di Biden di questioni relative al tavolo della cucina come il prezzo dei beni di tutti i giorni, e più di un terzo degli elettori incolpa di lui l’aumento dei prezzi, secondo il sondaggio.

Di conseguenza, gli elettori americani erano sempre più pessimisti sul miglioramento dell’economia nel prossimo anno.

L’indice del sentimento dei consumatori statunitensi è sceso a 68,8 nella prima metà di gennaio, il secondo livello più basso in un decennio, poiché gli americani erano preoccupati per l’aumento dell’inflazione, ha riferito la scorsa settimana l’Università del Michigan.

“Sebbene le varianti Delta e Omicron abbiano certamente contribuito a questo spostamento verso il basso, il calo è stato anche dovuto a un aumento del tasso di inflazione”, ha affermato in una nota Richard Curtin, capo economista del sondaggio.

Vedi anche:  Il set di dati di ecografia infantile unico nel suo genere consente una vasta gamma di ricerche

“Tre quarti dei consumatori all’inizio di gennaio hanno classificato l’inflazione, rispetto alla disoccupazione, come il problema più serio che deve affrontare la nazione”, ha affermato Curtin, osservando che la fiducia americana nelle politiche economiche del governo è al livello più basso dal 2014.

“Sarà un compito difficile valutare l’appropriato mix di politiche fiscali e monetarie quando tale messa a punto sarà necessaria in un’era di grandi perturbazioni economiche e non economiche. Il compito più cruciale e difficile sarà disinnescare l’evoluzione del prezzo salariale spirale”, ha detto.

L’indice dei prezzi al consumo è aumentato del 7% a dicembre rispetto all’anno precedente, il più grande aumento in 12 mesi dal giugno 1982, secondo quanto riportato dal Dipartimento del lavoro degli Stati Uniti la scorsa settimana.

“La domanda chiave è se il reddito manterrà il passo con l’inflazione, solo poco più di un terzo dei consumatori pensa che lo farà”, hanno affermato Tim Quinlan e Sara Cotsakis, analisti economici di Wells Fargo Securities.

“La percentuale media di consumatori che si aspettano che il proprio reddito familiare supererà l’inflazione nei prossimi cinque anni è rimasta al 36,1%, dove è stata negli ultimi tre mesi”, hanno affermato, aggiungendo che la fiducia dei consumatori sarà probabilmente scossa nei prossimi due mesi.

–IANS

int/shs

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dal personale di Business Standard; il resto del contenuto viene generato automaticamente da un feed distribuito.)

Articolo precedenteOltre mezzo milione di posti di lavoro persi in Afghanistan dall’acquisizione del potere dei talebani: ONU
Articolo successivoLe esportazioni giapponesi di dicembre, le importazioni hanno raggiunto livelli record in termini di valore con l’allentamento dell’offerta