Lidl: attenzione a questo riso venduto nei negozi che è oggetto di un richiamo di prodotto

Lidl ha avviato una campagna di richiamo di un lotto di riso venduto in Europa. I prodotti in questione hanno un rischio per la salute dei consumatori. Quali sono i prodotti interessati? Quali sono i rischi? Vi sveliamo tutto nelle righe che seguono.

Distribuire Pieghevole Indice dei contenuti

Qual è la confezione di riso di Lidl?

Se di recente foste stati al Lidl per acquistare riso BasmatiPrestare attenzione a quanto segue. Se volete inserire il riso nel vostro menu, non dimenticate di controllare l’etichetta del prodotto. È necessario evitare di mangiare certe confezioni a causa del rischio che comportano.

I lotti interessati da questo richiamo sono quelli del marchio Golden Sun. Erano in vendita nei negozi Lidl di tutta la Europa. È possibile trovare il codice EAN 20073763 sull’etichetta delle confezioni di riso.

#ProductReference Riso Basmati – Golden Sun
Rischi: Aflatossine
Motivo: Le indagini condotte a causa del rilevamento di aflatossine in alcuni lotti in Europa, hanno portato al ritiro e al richiamo …https://t.co/GjdYWtbT61 pic.twitter.com/Wr48yAgjnH
– RecallConso (@RecallConso) 11 novembre 2022

Se siete andati da Lidl a comprare queste confezioni di riso, avete l’opportunità di restituirlo per ottenere un rimborso. Questa campagna di richiamo dei prodotti sarà valida fino al 9 gennaio 2023.

Promemoria: la presenza di aflatossina

Il sito governativo Rappel Conso informa che il ritiro di questi prodotti dal mercato è avvenuto a causa di la presenza di aflatossina.
“Le indagini condotte a causa del rilevamento di aflatossine su alcuni lotti in Europa, hanno portato al ritiro e al richiamo…”, annuncia Rappel Conso.
L’aflatossina è risultata essere questi pacchetti di riso sarebbe “al di sopra del limite consentito”..

“Le aflatossine sono micotossine prodotte da due specie di Aspergillus, un fungo che si trova principalmente nelle regioni calde e umide”, spiega l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA).
L’aflatossina è una molecola nota per essere “genotossico e cancerogeno”.. Le persone che consumano prodotti contenenti alti livelli di aflatossina sono a rischio di gravi malattie. L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) sottolinea questo punto. L’esposizione a questa tossina deve essere “mantenuto al livello più basso possibile.

Richiamo massiccio di polli ruspanti da Lidl

Sono stati richiamati numerosi lotti di polli ruspanti.una campagna di richiamo dei prodotti. Questo pollame era presente in molti rivenditori europa. Tra i più noti ci sono Lidl, Aldi, Leader Price, Casino, ecc. Un rischio comprovato di listeria ha motivato questa campagna di ritiro dei prodotti.

#RecallProdottoPollo cotto e affumicato – L’Etal du volailler
Rischi: Listeria monocytogenes (agente responsabile della listeriosi)
Motivo: Presenza di Listeria monocytogenes meno di 10 prima della data di scadenza https://t.co/y9Dv3FoAoV pic.twitter.com/bFXyn81ZNu
– RecallConso (@RecallConso) 24 ottobre 2022

Le autorità chiedono massima vigilanza. Se avete acquistato pollo ruspante nelle ultime settimane, controllate l’etichetta di questi prodotti. Come promemoria, le autorità sanitarie hanno lanciato questa campagna di richiamo il 24 ottobre 2022. I prodotti interessati dal richiamo sono i seguenti:

  • Pollo L’Étal del pollaio venduto da Lidl il 19 ottobre 2022. Questo è il lotto 5412190087 e 5412190087. Erano consumabili fino al 9 novembre.
  • Pollo Coril venduto da Aldi il 20 ottobre. Questo è il lotto 5412190071. Erano consumabili fino al 7 novembre.
  • Pollo a prezzo Leader venduto presso Franprix dal 20 ottobre. Questo è il lotto 5412190095. Erano consumabili fino al 7 novembre 2022.
  • Pollo di tutti i giorni venduto al Casinò a partire dal 17 ottobre. Questo è il lotto 5412190093. Erano consumabili fino al 07 novembre.

Richiamo di un prodotto: cosa fare?

Se siete in possesso dei lotti sopra citati, evitate di consumarli. Dovreste anche distruggerli o restituirli al punto vendita. Quest’ultima opzione vi consentirà di ottenere il rimborso del denaro.

“Le persone che hanno consumato i suddetti ‘prodotti’ e che presentano febbre, isolata o accompagnata da mal di testa e dolori, sono invitate a consultare il proprio medico e a segnalarne l’assunzione”, chiede il sito Rappel Conso.
È possibile che la listeriosi assuma una forma grave. Questo può portare a complicazioni neurologiche. Nelle donne in gravidanza, la listeriosi può causare complicazioni materne o fetali.
“Le donne in gravidanza, le persone immunocompromesse e gli anziani dovrebbero essere particolarmente attenti a questi sintomi”, si legge sul sito web del governo.

In conclusione, va notato che il periodo di incubazione della listeriosi può richiedere fino a otto settimane. Le persone colpite devono quindi essere particolarmente prudenti.