Sarete sorpresi di sapere perché le mani e i piedi dei bambini sono freddi

Distribuire Pieghevole Indice dei contenuti

Se avete un bambino a casa, avrete probabilmente notato che, nonostante il caldo, le sue mani e i suoi piedi sono assolutamente freddi. Per quanto si chiudano le finestre e si mettano più coperte, la situazione non migliora. Questa situazione probabilmente vi fa preoccupare e, come altri genitori, vi fa sospettare che la salute del vostro piccolo non sia affatto buona.

È un motivo di preoccupazione?

Questa situazione si osserva soprattutto nei bambini appena nati, un tempo le nonne dicevano che era perché il bambino soffriva di freddo; e peggio ancora se osservavano che l’aspetto della pelle era di un colore semi-bluastro. È stato allora che le mani e i piedi del bambino non riuscivano a muoversi a causa degli strati di calze e guanti che erano stati messi su di loro, seguiti da un blocco di trapunte che a malapena li lasciava respirare. La verità è che questa condizione è totalmente estranea a un problema di salute o di temperatura corporea – per conoscere il livello di calore di un bambino bisogna mettere la mano dentro la sua schiena e il collo -. Al contrario, fa parte del processo di formazione del loro corpo una volta usciti dall’utero materno. I neonati sono freddi in queste zone del corpo perché il loro sistema circolatorio non è ancora completamente maturato. (Foto: Freepik)

Qual è la radice del problema?

Gli esperti del settore indicano che la freddezza dei piedi e delle mani dei neonati è causata dalla mancanza di controllo sui processi corporei, soprattutto a causa dell’immaturità del sistema circolatorio. A differenza di un adulto, il cuore del bambino non è ancora abbastanza forte da rifornire tutte le parti del corpo nella sua interezza; ricordiamo che l’organo cardiovascolare è anche responsabile del trasporto del calore, e poiché c’è meno sangue nel bambino, c’è anche meno calore nel corpo, che raggiunge in misura minore le zone lontane dal cuore. Ciò significa che l’apporto di sangue raggiunge prima le aree essenziali per la sua esistenza, come i polmoni e il cervello. Questo comporta anche l’aspetto bluastro di mani e piedi.

Se il vostro bambino presenta questi sintomi, consultate un medico.

Tuttavia, se il bambino presenta anche labbra blu e macchie bluastre su varie parti del corpo, potrebbe significare che non riceve un’ossigenazione adeguata. In questo caso, è fondamentale recarsi dal medico curante per gli esami del caso, al fine di evitare gravi complicazioni per la salute. Per questo motivo è importante controllare sempre che la temperatura corporea del piccolo sia inferiore a 38°C (Foto: Freepik).

Ci sono altri fattori di influenza?

L’abbassamento della temperatura delle mani e dei piedi del bambino, soprattutto nei primi mesi di vita, può essere dovuto anche a una scarsa attività metabolica. Quando un bambino è piccolo, trascorre le sue giornate dormendo, in braccio alla madre o sdraiato nella culla, nella carrozzina o nel letto dei genitori, senza svolgere alcuna attività e quindi senza sprecare una goccia di energia; rimanendo in questo stato di calma, gli arti non ricevono lo stesso flusso sanguigno di altre parti del corpo. Man mano che cresce e compie altri movimenti con il corpo, come gattonare, stare in piedi o camminare, la sua temperatura si regola. Secondo gli esperti, il quadro inizia a cambiare dopo i tre mesi di età.

Mani e piedi freddi preannunciano la febbre?

La risposta è sì. Ma deve essere accompagnato da altri sintomi. Oltre alla lettura del termometro oltre i 38°C, i bambini mostrano altre alterazioni che segnalano la presenza di febbre. Ad esempio: inappetenza, sonnolenza maggiore del solito, irritabilità, viso arrossato e pelle giallastra.