Ogni bicchiere di acqua del rubinetto che beviamo è stato consumato da circa 10 persone prima di noi.

Distribuire Pieghevole Indice dei contenuti

Possiamo dire che ogni bicchiere di acqua del rubinetto che beviamo è stato consumato da una decina di persone prima di noi? 

Gli scienziati ritengono che l’acqua presente sulla Terra sia la stessa che si trova qui da quasi cinque miliardi di anni.

L’acqua è una risorsa limitata: la quantità di acqua sul nostro pianeta, sia essa dolce, salata, ghiacciata o sotterranea, è sempre stata e sarà sempre la stessa. In altre parole, la quantità di acqua dolce disponibile per il consumo umano può cambiare, ma la quantità di acqua non è mai cambiata e non cambierà mai. Quindi l’acqua che usiamo ora è stata usata dai dinosauri.

L’acqua è una sostanza pura, un liquido incolore, inodore e insapore. Da quello che abbiamo imparato alle elementari, sappiamo tutti che è composto da tre atomi: due di idrogeno e uno di ossigeno. Una delle proprietà più importanti dell’acqua è quella di essere un solvente, il che significa che è in grado di sciogliere le sostanze. Per questo motivo, l’acqua si trova raramente nella sua forma pura.

Come gestiamo l’acqua sulla terra

L’acqua che utilizziamo sulla Terra viene trattata e riciclata in due modi diversi. In primo luogo, le acque reflue utilizzate nelle case, negli uffici e nelle fabbriche vengono trasportate agli impianti di trattamento delle acque, dove vengono purificate prima di essere riutilizzate. In altre parole, queste acque reflue vengono filtrate in modo che l’acqua che esce dai nostri rubinetti sia priva di batteri nocivi e sicura da bere. Ma purificata o meno, è la stessa acqua che è sempre esistita sulla Terra.

In secondo luogo, le acque meteoriche si raccolgono quando la pioggia cade sui tetti, sulle strade e su altri terreni. L’acqua confluisce poi nelle fognature e viene scaricata nei fiumi, nei laghi o nell’oceano. Quando l’acqua si riscalda, evapora (si trasforma in vapore acqueo) e forma le nuvole. Le nuvole si raffreddano e l’acqua cade sotto forma di pioggia, neve o grandine.

Quando raggiunge il suolo, il ciclo continua. Anche l’acqua che non finisce negli oceani, nei laghi o nei fiumi viene riciclata. Si infiltra nel terreno e viene assorbito dalle piante o scorre nelle falde acquifere sotterranee. L’acqua di entrambi i cicli può finire nel vostro bicchiere d’acqua.

Che ci crediate o no, è stato calcolato quanto urina riciclata finisce nell’acqua del rubinetto.

In un articolo pubblicato su Core Economics, Paul Frijters afferma che “la razione di urina è pari a 350 milioni di anni di 5 miliardi di tonnellate di vertebrati umidi che urinano otto volte il loro peso corporeo all’anno, il che equivale a più di 14 trilioni di metri cubi di urina. Ciò significa che gli atomi di una molecola d’acqua media sono già stati concentrati 10 volte nell’urina”.

Ma fortunatamente sappiamo cosa rende l’acqua non sicura e possiamo testarla prima che venga immessa nel sistema. Esistono tecnologie avanzate che ci permettono di purificare l’acqua, tra cui diversi tipi di filtrazione e l’osmosi inversa.

In fin dei conti, non importa se il bicchiere d’acqua che beviamo è già stato consumato da 10 persone prima di noi, purché l’acqua che beviamo sia pulita!