Il cadavere di un calamaro gigante scoperto su una spiaggia neozelandese incuriosisce i turisti.

Una delle creature più elusive e spettacolari degli abissi marini, il calamaro gigante (Architeuthis dux) ha recentemente stupito un gruppo di turisti dopo essere stato ritrovato sotto forma di cadavere mezzo mangiato su una spiaggia della Nuova Zelanda. Il cefalopode colossale, il cui mantello è lungo circa 4 metri, è stato scoperto il 9 settembre sulla spiaggia di Farewell Spit, una riserva naturale nel nord dell’Isola del Sud. Una guida solitaria dell’agenzia di turismo naturalistico Farewell Spit Tours ha trovato i resti, che erano semisepolti nella sabbia, e ha subito avvisato un gruppo di turisti che si trovava nelle vicinanze per venire a dare un’occhiata. Dopo aver deviato per esaminare il cadavere del calamaro, il gruppo ha trascorso il tempo ammirando l’incredibile animale e scattando foto accanto ai rari resti.” Non è un reperto comune su una spiaggia, quindi se si è lì al momento giusto, è un’occasione unica nella vita”, ha dichiarato Anton Donaldson, la guida di Farewell Spit Tours che ha guidato il gruppo, al The New Zealand Herald. I calamari giganti sono la seconda specie di calamari più grande negli oceani del mondo, superati solo dal calamaro colossale. (Mesonychoteuthis hamiltoni), e può misurare fino a 13 metri di lunghezza. Questi corpulenti cefalopodi, che si pensa siano la vera ispirazione per l’enorme creatura marina mitologica nota come “kraken”, vivono in acque profonde, a più di 900 metri di profondità, e sono raramente visibili in natura.calamaro gigante da vicinoAnton Donaldson