I 10 serpenti più grandi del mondo

Distribuire Pieghevole Indice dei contenuti

Con il loro curioso modo di muoversi, i loro colori eccentrici e il loro appetito vorace, i serpenti impressionano molte persone. Questi rettili sono tra i più grandi predatori del mondo. Tra di loro, c’è ancora una significativa differenza di dimensioni tra le specie. Scoprite in questo articolo i 10 serpenti più grandi del mondo.

La grande anaconda

Il serpente di grandi dimensioni per eccellenza del pianeta è senza dubbio la grande anaconda. È un rettile gigante che può raggiungere gli 8,5 m di lunghezza e i 200 kg di peso. Vive soprattutto in America Latina, tra cui Colombia, Paraguay, Ecuador, Brasile e Perù. Contrariamente alla sua reputazione, questa bestia non mangia gli esseri umani. Predilige uccelli, roditori e talvolta maiali e capre.

Il pitone birmano

Il pitone birmano è il più grande serpente della sua specie. Può pesare fino a 185 kg e avere una lunghezza massima di 6 metri. È un rettile costrittore, che soffoca le prede coccolandole prima di mangiarle. È un animale notturno. Per questo motivo caccia solo di notte e trascorre il giorno nelle buche.

Il pitone reticolato

Il pitone reticolato occupa il terzo posto in questa classifica. Può raggiungere una lunghezza di 10 m e un peso di 140 kg. Con le sue squame di colore marrone chiaro, ricoperte da disegni a forma di diamante di colore marrone scuro e giallo ocra, questo rettile è molto impressionante. La sua pelle può essere utilizzata per realizzare borse e scarpe. Purtroppo è una specie in via di estinzione.

Il pitone di Seba

Il pitone di Seba si colloca al quarto posto di questa classifica dei 10 serpenti più grandi del mondo. È il più grande serpente originario dell’Africa. Può misurare fino a 8 metri e pesare oltre 100 kg. Di solito si nutre di gazzelle, capre e cervi. Dotato di fossette sensibili al calore, questo rettile è in grado di rilevare la presenza di mammiferi nelle sue vicinanze.

Il pitone Molurus

Il Python molurus può raggiungere un peso di 100 kg e una lunghezza di circa 6 metri. Il nome può sembrare esilarante, ma questa bestia non è certo un tenerone. Grazie alla sua mascella speciale, è in grado di ingoiare le prede più grandi rompendone le ossa e scarnificandole.

Il pitone ametista

Il pitone ametista misura in media 5 metri. Il peso è di circa 90 kg. Questo serpente ama le zone calde e umide. È molto comune in Nuova Guinea, Australia e Indonesia. È un animale notturno che inizia a emergere al calar del sole.

Il boa constrictor

Il boa constrictor è al settimo posto in questa classifica. Pesa circa 30 kg ed è lungo circa 4 metri. Questo animale si trova generalmente nel continente americano e vive in ambienti semi-aridi e in savane umide o secche.

L’anaconda gialla

I più grandi anaconda gialli conosciuti sono lunghi tra i 4 e i 5 metri. Questo serpente è facilmente riconoscibile per la sua pelle verde-giallastra. In Argentina si usa questo rettile per controllare i roditori. Purtroppo, questo animale è in pericolo di estinzione perché viene braccato per la sua carne e la sua pelle.

L’anaconda di Deschauense

Conosciuto anche come anaconda a macchie scure, l’anaconda deschauense può raggiungere i 3 metri di lunghezza e pesare 30 kg. Vive principalmente nelle zone umide e nelle paludi, ma può anche salire ad altitudini più elevate in montagna.

Il pitone della Papuasia

Come suggerisce il nome, si tratta di una specie appartenente al gruppo dei pitoni. Il pitone Papua maschio supera regolarmente i 5 metri di lunghezza. Il suo peso non supera di solito i 23 chili. Da giovane, questo serpente ha un colore verde oliva che si scurisce con la crescita.